Sabbia bianchissima e leggera come talco, acqua di un celeste che si fonde con il cielo, atmosfere di uno splendore che toglie il fiato, bevenuti alle Maldive

Sabbia bianchissima e leggera come talco, acqua di un celeste che si fonde con il cielo, atmosfere di uno splendore che toglie il fiato, bevenuti alle Maldive

20 Aprile 2020 0 Di gianluca

Se l’Africa ti lascia un vuoto nel cuore, nel momento in cui si ritorna a casa l’arcipelago delle Maldive stimola una sorta di dipendenza dovuto al tipo di vita condotto durante la permanenza. Una vita scandita esclusivamente dal sorgere e tramontare del sole, dove l’orologio non ha senso di esistere, dove la pace e la tranquillità assalgono l’intero corpo prendendone possesso. A primo acchitto nel momento in cui si arriva a Malè, la capitale, per poi proseguire verso la destinazione prescelta, si viene colti dal trambusto degli arrivi in un aereoporto non proprio tecnologico, ma è proprio lì che comincia l’avventura, quando si deve prendere il motoscavo o l’idrovolante a seconda della distanza dell’atollo dove si soggiornerà. Servendosi dell’idrovolante si viene rapiti da una visione celestiale dovuta all’altezza, dei vari atolli distribuiti un po a casaccio di qua e di là che preannunciano già quallo che ci si aspetta dalla vacanza, quasi come un naufrago su un’isola quasi deserta. Come dicevo pocanzi la grandezza dell’isolotto, la sua conformazione e i servizi esistenti influiscono molto sull’umore del visitatore tanto è vero che chi si reca in vacanza per la prima volta, vive le prime ore di permanenza, paradossalmente in maniera agitata dal punto di vista psicologico in quanto si viene catapultati quasi in un’altra dimensione dove il corpo e la mente si debbono resettare ed abituare al ritmo calmo dell’ambiente circostante.

Intorno solo pace e tranquillità, interrotti dal rumore delle onde che si infrangono sulla battigia, gli aggoggi distribuiti lungo la spiaggia o addirittura posizionati sull’acqua offrono un’interazione che si fonde tra la terraferma e il mare.

Tuttà questa atmosfera che in primo momento, all’arrivo, fa un po’ paura dopo un pò crea assuefazione, dipendenza, provoca scariche di piacere.

Vivere ritmi di vità così blandi, scanditi esclusivamente dal ciclo del sole rappresenta il valore aggiunto di una vacanza fatta in questi luoghi.

La sabbia è così bianca e sottile come talco che quando il sole picchia in cielo acceca gli occhi e l’acqua è così trasparente che trasforma le barche in corpi sospesi nel vuoto al di sotto dei quali nuotano indisturbati squaletti, mante e pesciolini colorati, armonizzando il fondale marino. Una semplice maschera con boccaglio permette di immergersi in questa meraviglia della natura, assistendo ad uno spettacolo mozzafiato che si materializza man mano che ci si avvicina alla barriera corallina armonizzata da una vasta tipologia di forme e colori. La sera sulla battigia, quasi vicino la riva, è possibile vedere mante e squaletti che senza paura si avvicinano in cerca di cibo facile e non è raro che spesso si fanno accarezzare ed imboccare dalle persone.

La cosa più trasgressiva che mi è capitata di fare come attività sull’isola è stata la corsa dei paguri, in pratica ci si ritrova la sera in un salone dopo cena e dopo un’accurata ma frenetica corsa ad accaparrarsi quello che può sembrare il migliore lo si mette all’interno di un percorso circolare e lo si incita a raggiungere il centro, fra canti, strilli e incitazioni di diverso genere; a parte questo e un po di musica, la cosa più romantica è quella di fare una passeggiata sulla spiaggia, sotto la luna e il cielo stellato nel silenzio che irrompe tutto intorno, o ancor più suggestivo, aspettare il tramonto in un agolino dell’isolotto e goderselo estasiati, ammirando tutte le sue gradazioni di colore.

In determinati periodi dell’anno su un’isola chiamata Vaadhoo, durante la notte, sembra che le stelle del cielo prendano vita nel blu del mare. Infatti sulla battigia, compaiono nelle onde, un’infinità di lucine che creano una atmosfera magica, onirica, senza dubbio unica al mondo.

Questo splendido fenomeno dovuto alla presenza di alcuni organismi dotati di bioluminescenza, che invadono le calde acque, fa restare le persone a bocca aperta. In definitiva una vacanza alle Maldive regala emozioni uniche e tanto relax, emozioni che bisognerebbe provare almeno una volta nella vita, ma a volte piace così tanto che diventa un posto dove rifuggiarsi dalla frenesia che oggi giorno offre la vita quotidiana.